Manninger: «Koulibaly potrebbe migliorare con Klopp»

Manninger: «Koulibaly potrebbe migliorare con Klopp» post thumbnail image

Nel corso di un’intervista radiofonica rilasciata alla trasmissione “Taca La Marca” su Radio Musica Television l’ex portiere di Siena e Juventus, Alexander Manninger, ha affrontato vari argomenti legati al calcio italiano soffermandosi principalmente sull’allenatore dell’Inter Antonio Conte, sul suo ex compagno di squadra Buffon e sul difensore del Napoli Koulibaly.

Su Antonio Conte

«Conte è un vincente, un vero campione e vuole vincere fin da subito. Ha vinto ovunque anche in Inghilterra e il suo lavoro è finalizzato all’obiettivo finale. Negli allenamenti tira fuori il massimo, il calcio non è solo giocare con la palla».

Su Buffon

«Siamo ancora in contatto e per me scriverà la storia di nuovo, visto che lo fa da più di 20 anni».

Sul Napoli

«Il Napoli ha una grande squadra e ha pagato in questi anni la mancanza di una rosa profonda. Alla Juventus ci sono 20 titolari e le altre compagini non si possono paragonare ai bianconeri su tale aspetto. Tutto sommato gli azzurri hanno sempre offerto un grande calcio ma è mancata la continuità».

Su Koulibaly

«La coppia Van Dijk-Koulibaly potrebbe essere la più forte d’Europa. Per me è stato un onore chiudere la carriera al Liverpool. Chi arriva al Liverpool migliora in maniera esponenziale. Koulibaly potrebbe essere un’arma in più e con Klopp potrebbe migliorare ulteriormente».

 

Durante l’intervista Alexander Manninger ha parlato anche del difensore del Bayern Monaco Alaba, del centrocampista del Salisburgo Szoboszlai e del calcio di rigore parato a Materazzi in un Inter-Siena del 2008.

Su Alaba

«È un giocatore completo e questa è la sua forza. Ci sono molte squadre interessate a lui e nonostante l’età ha un’esperienza unica in Europa. Sarebbe una perdita per il Bayern Monaco. Penso che rimarrà ma nel calcio può succedere sempre di tutto».

Su Szoboszlai

«L’ho visto giocare ed è molto forte, ha uno stile di gioco che lo può portare ad essere un grande calciatore. Ha disputato diverse partite anche nelle competizioni europee e può diventare un profilo capace di imporsi anche nel calcio italiano».

Il rigore parato a Materazzi

«In quell’anno l’Inter era troppo forte per perdere lo scudetto ma ho ritardato di poco quella vittoria. Parare quel rigore e quindi creare qualche difficoltà è stata una bella sensazione».

Alexander Manninger

Fonte foto: Twitter

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Related Post